Ogni quanto cambiare le lenzuola e la biancheria da letto

Ogni quanto cambiare le lenzuola e la biancheria da letto

Come già saprete se seguite il nostro blog, trascorriamo circa un terzo della nostra intera vita a dormire, ne consegue che un’igiene perfetta del nostro letto sia fondamentale per la nostra salute: andiamo quindi a vedere quali sono le pratiche e i consigli da mettere in pratica regolarmente per dormire al meglio e perché è così importante sapere quando cambiare le lenzuola (e il pigiama).

Quando cambiare le lenzuola del letto?

Come già dicevamo nel nostro articolo su “Ogni quanto cambiare il materasso, la rete e il cuscino”, noi tutti siamo una vera e propria fucina di batteri e funghi: con il nostro sudore (ne produciamo anche 100 litri all’anno), starnuti e colpi di tosse, la perdita di qualche grammo di pelle, senza contare la polvere che la forza di gravità fa posare sul letto, i residui di cosmetici e cibo o i peli dei nostri amici pelosi, ogni notte creiamo un ambiente ideale per la proliferazione di questi microrganismi, tanto che alcuni studi dimostrano che, oltre germi e batteri, si possono trovare tra letto e cuscini anche 17 tipi di funghi.

Ovviamente non sono (e per fortuna) tutti estremamente nocivi per la nostra salute, eppure siamo certi che vi sarà capitato di svegliarvi con qualche sintomo allergico, come il naso chiuso, la pelle irritata o magari qualche nuovo brufolo o acne. Ebbene tutto questo può dipendere proprio dall’enorme quantità di germi, batteri e acari che possono insidiarsi tra le nostre coperte, capirete quindi il perché cambiare le lenzuola è così importante.

Se in Inghilterra son soliti cambiare la biancheria da letto anche una sola volta ogni tre mesi, questo NON è di certo un esempio da seguire, anzi! L’ideale è cambiare le lenzuola ALMENO una volta la settimana, in estate sarebbe meglio anche un paio di volte, visto che la pelle è ancora più a contatto con esse rispetto all’inverno.

quando cambiare le lenzuola

Per quanto riguarda i cuscini e le loro federe la frequenza di cambio dovrebbe essere ancora maggiore, anche 3 volte la settimana, proprio perché è all’altezza della testa che più facilmente inaliamo tutti questi microbi che possono crearci maggiori fastidi come quelli che dicevamo poco più su.

Assodato tutto ciò, il secondo consiglio utile è di lavare lenzuola e federe possibilmente da soli in lavatrice ad almeno 60° e un set alla volta, in modo che vengano puliti a fondo e così da uccidere acari e batteri (attenzione sempre e comunque alle etichette che recano indicazioni per il lavaggio di particolari tessuti).
Vi raccomandiamo, inoltre, di non riporre poi nei cassetti il bucato ancora umido, in quanto l’umidità è proprio la condizione migliore perché questi microrganismi possano prolificare (e questo vale per tutti i tipi di capi).
Per quanto riguarda le biancheria e le coperte invernali l’ideale sarebbe metterli sottovuoto (dopo un buon lavaggio e una perfetta asciugatura), in quanto in mancanza d’aria non c’è possibilità che si annidino germi o acari.
Infine, piccolo consiglio bonus, è buona abitudine non rifare subito il letto ma lasciarlo scoperto dalle lenzuola per almeno una mezzoretta dopo che ci si è alzati, in quanto farlo arieggiare e prendere luce aiuta molto a ridurre la presenza di ospiti indesiderati.

Quando cambiare il pigiama?

Come avrete già intuito anche il pigiama o la camicia da notte vanno cambiati il più spesso possibile, in quanto, così come per le lenzuola, sono soggetti all’accumulo di batteri e residui, e sono ancora di più a stretto contatto con la nostra pelle. Anche qui il minimo sindacale è cambiarli almeno una volta alla settimana ma, quando si parla di salute meglio abbondare quindi, se potete, optate per il cambio un paio di volte ogni settimana o 10 giorni, soprattutto in estate.

Quando cambiare gli asciugamani?

Discorso a parte meritano gli asciugamani (anche se c’entrano poco con il letto): essi sono spesso umidi e, come abbiamo già detto, l’umidità non è molto amica dell’igiene. Questo significa che sarebbe il caso di cambiarli al massimo ogni paio di giorni, anche una volta al giorno con utilizzo frequente.
Inoltre, a voler essere super accorti, l’ideale sarebbe che ogni componente della famiglia avesse i propri asciugamani personali.

 

Quando cambiare le lenzuola: conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questo articolo, vi lasciamo quindi una pratica check-list che possa aiutarvi a tenere pulito e fresco il vostro letto per evitare l’insorgere di fastidi e problemi di salute:

  • Cambiare le lenzuola almeno una volta a settimana (in estate anche due);
  • Cambiare le federe dei cuscini (qui il nostro articolo dedicato ai cuscini) almeno un paio di volte ogni settimana, così come il pigiama;
  • Lavare la biancheria da letto in lavatrice ad almeno 60° (salvo indicazioni diverse in etichetta);
  • Lasciar arieggiare il materasso al mattino per almeno mezzora;
  • È buona norma fare una doccia prima di mettersi a letto (ma asciugando bene pelle e capelli);
  • Non metterti a letto con i vestiti usati durante la giornata.